PERSONAL BRANDING – Quando la persona diventa un brand

Il Personal Branding è l’arte di promuovere sé stessi e alla base vi è la concezione di sé come brand.
Cosa significa? Il nome diventa un vero e proprio marchio attorno a cui costruire la propria identità, sulla base di quello che si desidera trasmettere e di come si desidera essere visti, percepiti e considerati dagli altri.

È un concetto piuttosto recente: si inizia a parlare di personal branding intorno agli anni ’90, partendo dall’avvento del web fino ad arrivare alla nascita dei social network, per i quali la costruzione dell’immagine di sé ne è il principio chiave.

IL PERSONAL BRANDING NELLA RICERCA DI LAVORO

Nel momento in cui si cerca lavoro e ci si candida agli annunci, si sa, la prima cosa che viene richiesta è il Curriculum Vitae. Avere un CV ben fatto e tenerlo aggiornato però non è sufficiente, almeno non più.

Oggi giorno a fare la differenza è proprio l’attiva di Personal Branding: una presenza online costante e positiva è il modo principale per aumentare le possibilità di essere notati da un recruiter o da un ipotetico futuro capo.

I social media hanno acquisito un grandissimo potere non solo nella vita privata delle persone, ma anche in quella professionale. Aggiornare i propri profili e condividere contenuti deve essere ormai considerato come un impegno giornaliero al fine di migliorare il proprio posizionamento, soprattutto su LinkedIn.

Nel farlo, oltre a pubblicare in prima persona, può risultare strategico anche e soprattutto la condivisione di contenuti pubblicati da altri: in questo modo si amplierà la visibilità del proprio profilo e la probabilità di aumentare la propria rete di contatti.

IL PROFILO LINKEDIN

L’attività di Personal Branding tramite LinkedIn è fondamentale nel mondo del lavoro.

Questo social network rappresenta una rete di professionisti provenienti da tutto il mondo, quale miglior palcoscenico dove promuovere il proprio brand (sé stessi)?

È fondamentale compilare con estrema cura il proprio profilo, facendo attenzione a non tralasciare alcun dettaglio a partire dalla compilazione dei dati personali, a quelli in riferimento alla formazione scolastica, alle esperienze professionali, ma anche a quelle personali che hanno apportato valore alla persona, alle skills lavorative, informatiche, fino a quelle considerate “soft”, ovvero legate alla propria personalità e attitudine.

Giocano un ruolo importante anche le immagini (foto profilo e copertina), che devono essere in linea con l’immagine professionale che si intende trasmettere, e i feedback da parte di altri, che possono confermare e aggiungere valore a ciò che si è scritto su di sé.

Rendere il profilo LinkedIn accattivante e ben visibile è ormai il centro del Personal Branding di successo.

IL CURRICULUM VITAE

Vivere in un mondo ormai quasi totalmente digitale non significa che il CV non è più necessario: gli screening per le assunzioni partono ancora da questo.

Avere un Curriculum Vitae ben fatto è ciò che permettere di superare il primo step.

Alcune cose fondamentali:

-Aggiornamento del CV in tempo reale;

-Presenza di tutti i dati personali essenziali (nome, cognome, domicilio, numero di telefono, e-mail);

-Presenza di una foto (ritraente il viso);

– Presenza del consenso al trattamento dei dati personali

L’errore che spesso viene commesso è quello sovraccaricare il Curriculum: il suo compito è quello di riassumere la vita lavorativa e le esperienze vissute fino ad oggi, non di indicare nei minimi dettagli ogni attività svolta.

Al fine di attrarre l’attenzione del recruiter o del datore di lavoro, è fondamentale che il CV invogli alla lettura: utilizzare un layout accattivante e saper essere esaustivi, per esempio, può esserne la chiave.

PERSONAL BRANDING CON INPLACEMENT

Il servizio di Personal Branding offerto da INplacement  si compone di incontri individuali o di gruppo focalizzati su: necessità, competenze e caratteristiche della singola persona che vuole essere accompagnata in un nuovo traguardo professionale.
Il consulente strutturerà il percorso prevedendo  inizialmente una breve  attività di analisi e bilancio delle competenze della persona a cui farà seguito una fase formativa orientata all’acquisizione di strumenti e tecniche di comunicazione propedeutici alla ricerca di una nuova esperienza professionale dove meglio poter valorizzare le proprie competenze professionali.

Non perderti l’articolo della prossima settimana dove affronteremo il tema della reputazione online nel mondo del lavoro! Cosa conviene fare ed evitare con i profili social?

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resourcesuna realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.

Pubblicato in Blog