CONSIGLI PER UNA COVER LETTER VINCENTE

Come riuscire a far risaltare la propria candidatura fra tante?
Una buona strategia è quella di accompagnare il proprio cv con una lettera di presentazione che presenti sinteticamente il proprio percorso e le motivazioni che portano alla scelta dell’ azienda in questione.
Vediamo insieme come fare: ecco alcuni consigli per impostare e scrivere una cover letter efficace e funzionale!

Argomenta
Lo scopo della cover letter è quello di far emergere quanto non è possibile menzionare all’interno del curriculum: tratti della propria personalità e soft skill potenzialmente utili per la posizione in oggetto.
E’ importante far conoscere la propria storia professionale, le motivazioni che hanno spinto a candidarsi per quella posizione e quelle per cui si desidera entrare a far parte dell’azienda; spiegare perché di dovrebbe essere scelti, mostrando idee e progetti.

Personalizza
Modifica e adatta la cover letter in base alla posizione e all’azienda per la quale ti stai candidando.
E’ giusto mantenere un’impostazione standard, ma è fondamentale poi costruire ogni volta una lettera su misura, redatta sulla base della job description e della mansione che ipoteticamente si andrà a ricoprire.
Sulla base del contesto, sarà il caso di adottare toni più o meno formali, utilizzare termini più o meno ricercati, ecc. Se l’annuncio specifica alcune competenze tecniche richieste, è bene sottolineare le proprie capacità in merito piuttosto che dilungarsi con altre informazioni che risulterebbero superflue.
Ancora, informati sull’azienda, sui clienti, sui progetti. Dimostrati conforme al loro stile comunicativo e perché no, dai una veste grafica alla cover letter simile alla tendenza aziendale.
Il tuo obiettivo è sì quello di informare, ma soprattutto quello di stupire!
Dalla cover letter deve emergere passione, talento e determinazione con un unico obiettivo: ottenere quel posto di lavoro convincendo il recruiter che sei la risorsa migliore.

Cura i dettagli
Presentare errori all’interno della lettera manda tutti gli sforzi fatti a rotoli.
È più che normale farsi sfuggire una virgola, un errore di battitura, oppure omettere una maiuscola, ecco perché è fondamentale rileggere il testo più volte o farlo leggere a una terza persona.
Non dimenticar poi la leggibilità della lettera: organizza il testo in più paragrafi, facilitandone così la lettura e utilizza un font chiaro e professionale. Imposta il discorso in frasi brevi, separate da spazi e utilizzando verbi in forma attiva, evitando così di “appesantire” il tono generale della cover letter.

Rivolgiti al referente HR
Non limitarti a inviare la lettera all’indirizzo aziendale generico, rischiando che la tua presentazione venga ignorata o peggio cestinata senza neanche essere aperta. Mediante LinkedIn è possibile ricercare velocemente chi in una specifica azienda si occupa del personale. Approfittane!
Prima di inviare presta però attenzione all’oggetto dell’ e-mail, che deve essere chiaro e sintetico, e scrivi un brevissimo incipit in modo da comunicare subito il motivo del contatto.

Abbiamo visto che la lettera di presentazione accompagnata al CV, se ben impostata, può far la differenza in fase di selezione. Le aziende non cercano una persona che compia passivamente delle mansioni assegnate, ma qualcuno che svolga con passione il proprio lavoro apportando idee, novità e talento. Per questa ragione la lettera di presentazione permette di far emergere in maniera chiara il nostro valore mettendolo direttamente in relazione al contributo che potremo fornire al nostro possibile futuro datore di lavoro.

Seguici su LinkedIn e scrivici la Tua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *