LE ROUTINE A LAVORO – PRO E CONTRO

Spesso nel nostro lavoro di Ricerca e Selezione ci confrontiamo con ruoli professionali molto diversi tra loro, dall’ingegnere progettista al commercialista per esempio, ma molti di questi hanno in comune alcuni fattori che possono essere utili o nocivi per lo svolgimento delle attività lavorative quotidiane ed oggi vorremmo trattare dell’incidenza delle routine sul lavoro.

Per tutte le attività lavorative le routine comportano risvolti negativi o positivi sia da un punto di vista produttivo sia da un punto di vista psicologico – anche per questo motivo abbiamo creato un sondaggio al riguardo per sapere come la pensate (clicca qui per vedere il sondaggio).

Andando ad analizzare i vostri feedback ricevuti in questi giorni, abbiamo riscontrato pro e contro a seconda delle attività che vengono svolte. I lavori che implicano uno sforzo fisico, come ad esempio operai e tecnici di produzione, hanno necessariamente una routine da seguire per poter mantenere uno standard qualitativo del prodotto o servizio offerto. Al contrario, invece, lavori che coinvolgono maggiormente la creatività, come ad esempio grafici o copywriter, vengono svolti da professionisti che necessitano di una decisa diversificazione delle attività per agevolarne lo sviluppo di idee innovative a supporto della comunicazione aziendale.

Nonostante ciò, le routine fanno parte delle nostre attività, più o meno consapevolmente e a prescindere dalle mansioni. Si pensi al caffè la mattina con i colleghi prima di iniziare a lavorare oppure al meeting di allineamento per pianificare la strategia da applicare.

«La coscienza è un fatto eccezionale, il 98% delle nostre azioni sono automatismi: comportamenti che si mantengono indipendentemente dalla volontà e dall’attenzione che gli diamo»

fa notare Giancarlo Cerveri, direttore della Clinica psichiatrica dell’ospedale di Lodi.

Esistono delle routine lavorative e delle routine comportamentali che anche in ufficio per molti sono fondamentali per avere sotto controllo il team o il proprio operato.

In conclusione, vi consigliamo 8 Routine a lavoro a fine giornata:

– Aggiornare la propria To-Do-List;

– Riorganizzare la propria scrivania per avere sia un ordine pratico che mentale;

– Rivedere i risultati raggiunti nella giornata appena terminata;

– Prendersi un momento per riflettere su ciò che si è svolta durante le ore trascorse in ufficio e capire come potersi migliorare;

– Esaminare le comunicazioni urgenti;

– Fissare gli obiettivi principali del giorno successivo;

– Rivedere la propria agenda per la mattina successiva;

– Ringraziare un collega o un consulente per un’attività svolta nel corso della giornata;

Quali sono le tue routine a lavoro che ti aiutano di più? Faccelo sapere, rispondi al nostro sondaggio!

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resourcesuna realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *