I CONSIGLI HR SULLA COMUNICAZIONE PROFESSIONALE

I CONSIGLI HR SULLA COMUNICAZIONE PROFESSIONALE

La comunicazione professionale è un’espressione sociale, poiché mette un valore al servizio di qualcuno; tuttavia, non basta pronunciare parole o scrivere per comunicare, poiché la comunicazione avviene quando l’espressione è compresa e diventa comune per la costruzione di una relazione e interazione costruttiva con l’interlocutore. 

Purtroppo o per fortuna, oggi viviamo in un contesto sociale in cui ci ritroviamo spesso sotto i riflettori ed in particolare in ambito lavorativo si dovrebbero seguire determinate linee guida per mostrarsi professionali agli occhi dell’esterno e più frequentemente anche all’interno della propria azienda. In questi giorni ci siamo confrontati su LinkedIn sul tema della comunicazione professionale per sapere a quale tipologia foste abituati o orientati e qualora non lo aveste già fatto vi invitiamo a condividere insieme a noi la vostra opinione al Sondaggio.

Per questo motivo vi riportiamo dei consigli pratici ed applicabili a qualsiasi contesto aziendale: 

  • Tenere coerenza tra comportamento e contenuto della comunicazione
  • Esporre i fatti separatamente alle opinioni personali
  • Chiarezza nell’esposizione e utilizzo di parole esplicite
  • Evitare segni di interpunzione non consoni all’ambiente lavorativo
  • Effettuare richieste specifiche, complete e chiave per il raggiungimento dell’obiettivo
  • Evitare affermazioni che potrebbero essere male interpretate o a doppio senso
  • Portare rispetto senza sminuire l’operato altrui
  • Cercare di adattarsi allo stile di comunicazione altrui per far passare meglio il messaggio
  • A conclusione della trasmissione del concetto cercare un riscontro da parte dell’interlocutore

La professionalità di una persona viene determinata anche dal modo con il quale comunica, per cui non basta sempre essere competenti nel proprio mestiere ed avere esperienza. L’utilizzo di un linguaggio adeguato e l’applicazione dei consigli appena elencati permettono di ottenere dall’interlocutore la massima attenzione e la migliore comprensione possibile.   

Inoltre, la comunicazione avviene su due differenti livelli, innanzitutto a livello “non verbale” attraverso il proprio comportamento ed aspetto, mentre il secondo a livello di scambio di informazioni e dati attraverso l’utilizzo della retorica. La comunicazione in ambito lavorativo viene di conseguenza fortemente influenzata dal modo di porsi verso il prossimo e la comunicazione “verbale” acquisisce cosi significati aggiuntivi a disposizione di colui che ascolta e interpreta. In conclusione, è opportuno considerare la comunicazione nel suo insieme senza tralasciare tutte le componenti “non verbali” per far passare correttamente un messaggio e per creare interazioni professionali di valore.

E tu hai mai avuto esperienze negative di comunicazione professionale? Clicca sull’immagine e vota il sondaggio per dirci la tua!

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resourcesuna realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. 
Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento
 al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.