COME LEGGERE UNA BUSTA PAGA?

Il dilemma di una corretta lettura della propria busta paga è un ragionamento condiviso da molti lavoratori che ogni mese ricevono il resoconto mensile da parte dell’azienda.

Le specifiche della busta paga sono molte e spesso non è semplice comprendere al meglio ciascuna voce del calcolo della propria retribuzione.

Grazie alla ricezione del cedolino mensile, il lavoratore può effettuare un’analisi del proprio stipendio rapportato al contratto del rapporto lavorativo sottoscritto in relazione al Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL).

In generale, le buste paga vengono suddivise in tre parti:

– La prima sezione descrive tutte le informazioni sul lavoratore e sull’azienda;

– La seconda parte specifica la retribuzione lorda spettante al lavoratore;

– La terza sezione determina le trattenute fiscali (IRPEF), i contributi previdenziali ed il TFR (trattamento di Fine Rapporto).

INTESTAZIONE

L’intestazione della busta paga presenta le generiche del contratto di lavoro tra dipendente e azienda e presenta i seguenti punti:

– Mese di retribuzione;

– Dati dell’azienda;

– Dati del lavoratore (anagrafica e riferimenti contrattuali).  

In questa sezione vengono indicate le voci su:

Paga Base (o minimo tabellare) determinata dal contratto collettivo in riferimento alla categoria, alla qualifica e agli scatti di anzianità;

Contingenza, ossia un elemento della retribuzione che ha il compito di adeguare la retribuzione alla variazione del costo della vita; *

– L’Elemento distinto della retribuzione, (EDR), è costituito da una somma mensile erogata per tredici mensilità. *

*(si tenga in considerazione che l’EDR e la Contingenza potrebbero variare a seconda dei contratti, cambiando nominativo o in alternativa non essere presenti).

RETRIBUZIONE LORDA

In questa sezione vengono riportate tutte le specifiche che determinano la retribuzione ante imposte ed è suddiviso in:

Ore ordinarie

Premi

Ore straordinari

Indennità

TERZA PARTE

In questa sezione, la più corposa della busta paga, evidenzia:

– I Dati Previdenziali, cioè l’imponibile previdenziale e totale contributi;

Dati Fiscali, cioè l’imponibile fiscale, l’imposta lorda IRPEF, l’imposta netta IRPEF, le detrazioni d’imposta, totale trattenute IRPEF, addizionali IRPEF;

TFR (Trattamento di Fine Rapporto), cioè la somma che viene accantonata mensilmente dal datore di lavoro e che viene corrisposta al dipendente al momento della cessazione del rapporto lavorativo.

Stipendio Netto, cioè la somma che viene effettivamente erogata al lavoratore.

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resources, una realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.