ACCETTARE O RIFIUTARE UNA CONTROPROPOSTA ?

Potrebbe esserti capitato di voler/dover cambiare lavoro nella tua carriera e di aver ricevuto una controproposta da parte della tua azienda per farti rimanere e convincerti a restare, ma conviene o meno accettare una controproposta e quali sono gli eventuali svantaggi o vantaggi del caso?

Partiamo dal comprendere le motivazioni per cui si decide di candidarsi per una nuova opportunità lavorativa. Perché hai intenzione di lasciare il tuo attuale posto di lavoro

– Retribuzione non adeguata o stagnante nel tempo

– Cattiva gestione del Management

– Rapporti negativi con colleghi o superiori

– Distanza eccessiva dal luogo di lavoro

– Impossibilità di crescita professionale

– Intenzione di assumere nuove competenze trasversali (es. nuovo ruolo, nuovo settore, gestione di un team ecc.)

Qualunque sia la tua motivazione, hai scelto di prendere una strada diversa rispetto a quella che stai percorrendo ed hai deciso quantomeno di provare a cambiare azienda.

La ricerca di una nuova opportunità lavorativa richiede tempo ed energie, per cui se stai cercando semplicemente di avere un aumento di stipendio, meglio pensarci bene prima di procedere. Se sei determinato a cambiare grazie ad impegno e dedizione riceverai una lettera di intenti da un’altra società che vorrà assumerti e probabilmente di conseguenza la tua attuale azienda proverà a convincerti a rimanere offrendoti:

– benefit aziendali

– un aumento di stipendio

– una nuova mansione

– maggiori responsabilità

Ma siamo sicuri che questa controproposta possa essere effettivamente un bene per te e la tua carriera?

Secondo i dati della National Employment Association statunitense, uno schiacciante 80% di professionisti che accettano una controproposta lascia l’azienda entro i sei mesi successivi. Questo può essere determinato dal fatto che l’azienda non conceda i cambiamenti promessi o in qualche modo si incrinino i rapporti con superiori e/o colleghi.

Quali possono essere le motivazioni che hanno portato la tua attuale azienda ad offrirti una controproposta? Ecco qualche consiglio su cosa dovreste considerare prima di accettare o rifiutare:

– Perché ti hanno offerto un aumento di stipendio o benefit aziendali? Una delle ragioni plausibili potrebbe essere che l’azienda valuta meno dispendioso farti una controproposta al rialzo anziché formare un nuovo dipendente. In conclusione, perché aspettare le tue dimissioni per offrirti ciò che potrebbe spettarti senza dover paventare di andartene?

– Se la tua azienda decide di affidarti nuove responsabilità o mansioni, perché ha aspettato proprio questo momento? Prima non ti riteneva all’altezza?

– Anche se l’azienda fa una controproposta, il tuo diretto superiore potrebbe essersi sentito tradito, quando hai annunciato la tua decisione di andartene. E quando c’è una mancanza di fiducia tra manager e dipendente, è difficile recuperarla.

– Accettare una controproposta farà un’impressione negativa al tuo recruiter e/o potenziale datore di lavoro, il quale difficilmente deciderà di ricontattarti in futuro per offrirti un’altra opportunità.

In conclusione, questi sono semplicemente degli spunti di riflessione che ci auguriamo possano esserti utili per fare le tue valutazioni, ma è importante, qualsiasi sia la tua decisione, non sentirsi in obbligo e scegliere la strada più adatta al tuo percorso professionale.

In bocca al lupo!

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resources, una realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.