I 6 STILI DI LEADERSHIP SECONDO DANIEL GOLEMAN

In passato abbiamo parlato di “Leadership” su uno dei nostri sondaggi, aprendo così un’interessante riflessione su un tema delicato ed importante per qualsiasi società che voglia affermarsi sul mercato. Al giorno d’oggi sempre più aziende sono alla ricerca di manager che possiedano un determinato equilibrio tra hard skills e soft skills. Purtroppo, però, sentiamo spesso esperienze di amici e colleghi con responsabili molto competenti, ma non adatti a gestire un team oppure al contrario molto disponibili, ma non all’altezza delle attività da svolgere per quel ruolo.  

Grazie agli studi di Daniel Goleman possiamo ora identificare 6 stili di leadership, che a seconda della Corporate Identity rispecchiano le competenze necessarie per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Ogni leader, però, applica uno stile di leadership in linea con la propria personalità ed adattandosi alla cultura aziendale e alle ambizioni della stessa.

Per questo motivo vorremmo affrontare meglio insieme a voi il tema e nello specifico “chi” sono i Leader, “come” si comportano e quali siano i contesti aziendali migliori per tipologie di approccio (“dove”). 

Di seguito analizziamo le 6 Tipologie di Leadership

STILE VISIONARIO

CHI? Un leader visionario prevede una linea direttiva che mira a condividere gli obiettivi e la mission aziendale con i dipendenti, per far sì che si crei una sorta di ‘sogno condiviso’.

COME? Sviluppa la motivazione appassionando le persone ad un sogno

DOVE? È adatto a situazioni di cambiamento che richiedono una nuova vision o quando serve una chiara direzione

Le principali competenze di Intelligenza Emotiva che lo caratterizzano sono: sicurezza di sé, empatia, catalizzatore del cambiamento.

STILE COACH

CHI? Il coach mira a far emergere le potenzialità di ogni singolo membro del team per migliorarne le performance ai fini del raggiungimento degli obiettivi aziendali.

COME? Stimola l’impegno della squadra connettendo i desideri di una persona agli obiettivi organizzativi

DOVE? È adeguato in situazioni in cui si vogliono aiutare le persone a migliorare le performance sviluppando e costruendo le loro competenze a lungo termine

Le competenze che lo caratterizzano sono: aiutare gli altri a crescere, empatia, auto-consapevolezza emotiva. 

STILE ARMONIZZATORE

CHI? Si tratta di un leader che tende a prevenire e ad evitare i conflitti tra i singoli componenti di un team.

COME? Motiva il team connettendo le persone una all’altra, costruendo relazioni e creando armonia

DOVE? È adatto a situazioni in cui il team ha a che fare con un’emotività che blocca la performance e necessita di restare motivato in tempi di stress

Le competenze che lo caratterizzano sono: empatia, costruire legami, gestione dei conflitti. 

STILE DEMOCRATICO

CHI? Un leader democratico è in grado di valorizzare i propri collaboratori attraverso il coinvolgimento degli stessi nelle decisioni aziendali.

COME?  Sviluppa la motivazione dando valore agli input delle persone e ottenendone la piena partecipazione alla vision

DOVE? È adeguato a situazioni in cui si ha bisogno di avere pieno accordo o consenso a procedere e ricevere input per prendere decisioni

Le competenze che lo caratterizzano sono: collaborazione, guidare il team, comunicazione. 

STILE ESIGENTE

CHI? Il manager in oggetto è una persona che ama il successo e che di conseguenza esige perfezione e rapidità dai propri collaboratori.

COME?  Utile a motivare le persone nel raggiunge obiettivi sfidanti ed emozionanti

DOVE? È adatto a situazioni in cui si vogliono avere risultati di alta qualità da un team motivato e competente

+ L’impatto sul clima può essere problematico in relazione alle caratteristiche dei membri del team

Le competenze che lo caratterizzano sono: coscienziosità, spinta al successo, iniziativa. 

STILE AUTORITARIO

CHI? Il capo autoritario impone la propria vision, esige rispetto, non ammette repliche e non accetta fallimenti.

COME? Sviluppa la motivazione abbattendo paure e dando una chiara direzione in circostanze di emergenza

DOVE? È appropriato durante una crisi o per dare inizio a un’inversione di rotta

+ L’impatto sul clima può essere molto negativo poiché è uno stile che può essere spesso usato impropriamente.

Le competenze che lo caratterizzano sono: iniziativa, auto-controllo, spinta al successo. 

Infine, vorremmo chiudere il discorso riportando un altro spunto di Goleman sulla Leadership Emotiva:

“I grandi leader sono i nostri punti di riferimento. Accendono la nostra passione e ispirano il meglio in noi. Quando proviamo a spiegare perché sono così efficaci, parliamo di strategia, visione o idee potenti, ma la realtà è molto più primordiale: una grande leadership funziona attraverso le emozioni.
Indipendentemente da ciò che i leader si prefiggono di fare, che si tratti di creare una strategia o di mobilitare il team all’azione, il loro successo dipende da come lo fanno. Anche se raggiungono gli obiettivi aziendali, ma falliscono in questo compito primario di guidare le emozioni nella giusta direzione, nulla di ciò che faranno funzionerà come potrebbe o dovrebbe.”

 Fonte: http://www.danielgoleman.info/topics/leadership/ 

INplacement è una società di consulenza in ambito Human Resources, una realtà dinamica costituita da consulenti e professionisti del settore. Rapidità e competenza contraddistinguono il nostro lavoro quotidiano grazie ad un’organizzazione flessibile e sempre attenta al cambiamento al fine di garantire la soddisfazione dei nostri clienti.